• Home
  • News
  • Cimitile: il capolavoro nella forza di un gruppo

Cimitile: il capolavoro nella forza di un gruppo

Il più ottimista dei tifosi non avrebbe immaginato un epilogo tanto glorioso. Un anno sportivo iniziato senza particolari aspettative di vittoria, avviatosi con un gruppo solido e di qualità che si è poi rivelato l’arma in più. Una stagione avvincente, disputata in crescendo, partita dopo partita, quando l’entusiasmo di sostenitori e addetti ai lavori accompagnava le vittorie di una compagine sempre più sorprendente. In particolare nella fase dei play-off, quando la grinta e la voglia di dimostrare di non essere lì per caso, ha segnato il decisivo cambio di marcia che ha condotto dritto in finale. Una partita perfetta quella vinta per 3 a 0 contro il più accreditato Marcianise che ha dovuto però arrendersi davanti alla macchina da guerra Cimitilese.

I meriti di un cammino in salita vanno senza dubbio riconosciuti principalmente al comparto atleti, caratterizzato dalla presenza di giovani promettenti e di punti di riferimento di esperienza e capacità. Tra questi ultimi Egidio Manganiello, nel doppio ruolo di libero nonché dirigente della società. A lui va un plauso particolare per l’impegno dentro e fuori dal campo. Una menzione particolare anche allo staff tecnico, guidato da Mister Luigi Calabrese, un uomo quadrato e ben calato nel suo ruolo di guida tecnica e caratteriale, sfruttando la sua esperienza maturata da atleta e da allenatore su palcoscenici regionali e nazionali. Ma oltre il merito dei singoli, oltre le individualità, come già accennato, lo spirito di squadra ha condotto il Cimitile alla vittoria del campionato.

Un cammino non facile, quasi mai in discesa, data anche la presenza di altre concorrenti, forse alla vigilia più favorite per la vittoria del titolo. Percorso impervio anche per ragioni logistiche, che hanno visto la squadra costretta a barcamenarsi tra strutture non idonee ad un campionato di categoria. Ma nonostante tutto il gruppo ha spalancato le ali, planando su ogni avversità e conquistando l’ambito risultato finale. Ma dopo i festeggiamenti e i giusti riconoscimenti è già tempo di guardare al futuro e alla costruzione del prossimo complicatissimo campionato di serie B nazionale. La società è infatti già al lavoro per poter mettere insieme un gruppo competitivo e capace di sostenere l’onere e l’onore di una stagione non certo agevole. Non resta che riporre fiducia in chi ha già dimostrato di saper edificare successi sulle solide basi della serietà e della competenza sportiva.